La Biblioteca Botanica dispone a oggi  di circa 1000  volumi –  in fase di catalogazione – di cui una buona parte ormai fuori dalla disponibilità commerciale.

L’Associazione, la sua curatrice, Emy Sgalambro, e il socio fondatore Ezia Maria Pentericci, si riconoscono in una modalità di fruizione della biblioteca meno tradizionale, in quanto, oltre alla consultazione dei volumi, alla segnalazione di testi riferiti a epoche o a trattazioni di particolare interesse, limita il prestito – se non agli studiosi – ma agisce conversazioni, gruppi di studio e seminari.

Si possono individuare  scaffali tematici con testi di storia dei giardini, di letteratura e narrativa italiane e straniere, di storia della illustrazione botanica, di argomenti vari. Particolare attenzione è dedicata agli Erbari e alla loro storia.

Le sedi fino ad oggi

Nel tempo ha avuto sedi diverse: fino al 2016,  la dependance (ex casa del giardiniere) a villa la Petraia in seguito alla convenzione stipulata con il Polo Museale Fiorentino con la Presidenza di Giovanna Lanfredini.

Nel mese di marzo 2010 il progetto Stanze per un giardino –  proponitrice Ezia Maria Pentericci – ha inaugurato e aperto ai soci e agli interessati la Biblioteca botanica amatoriale. Si è avviato così un periodo che ha sopravanzato i sogni più arditi.

Dal 2016 la sede si è trasferita nella Residenza d’Epoca in Via Santo Spirito 6 – Saletta Garzoni – e si è caratterizzata come “biblioteca diffusa” con altre  dislocazioni – Saletta Bimbi, presso il Palazzo Frescobaldi, e Saletta Profumo in Via degli Artisti.

La Biblioteca non ha attualmente sede a  causa di eventi  che hanno reso indisponibili le sedi utilizzate dal 2016.

Ci auguriamo di poter ricevere proposte di adozione culturale e logistica.

.